Recensione Huawei Watch GT

HUAWEI WATCH GT

Huawei ha abbandonato il software Wear OS che normalmente gira sui suoi smartwatch, invece di passare al proprio sistema operativo - e questo è principalmente a scapito di Watch GT. Detto questo, la durata della batteria e il prezzo di Watch GT lo renderanno una scelta allettante per alcuni.

PROS

CONS

  • Incredibile durata della batteria
  • Design solido
  • Prezzo abbordabile
  • Nessun accesso all’app di terze parti
  • Non creato per pagamenti senza contatto
  • App per telefono limitata

Cosa dovresti cercare prima di acquistare un orologio intelligente?

Se vuoi vedere come Huawei Watch GT si confronta con i suoi principali concorrenti leggi il nostro articolo su: I migliori smartwatch per rapporto qualità prezzo

Questo è uno smartwatch sottile e leggero con un display a colori, e l’abbiamo trovato comodo da indossare per tutto il tempo durante l’utilizzo; abbiamo anche fatto i complimenti per come l’orologio appariva sul tuo polso.

Il design è simile a quello di Huawei Watch 2, sebbene sia più sottile. Ha uno spessore di 10,6 mm e lo aiuta a sedersi comodamente al polso, senza appesantirlo come fanno alcuni smartwatch.

C’è un display AMOLED da 1,39 pollici, che abbiamo trovato luminoso e chiaro. Tutte le tue statistiche appaiono chiaramente sul display ed è facile interagire con il touchscreen. Tale chiarezza è probabilmente dovuta alla risoluzione di 454 x 454 pixel, che è superiore a quella che abbiamo visto su molti altri smartwatch.

Questo è uno dei migliori schermi che abbiamo visto su uno smartwatch, motivo per cui è un peccato che non ci sia software Wear OS sull’orologio per fornire app diverse dalla selezione predefinita di Huawei. Ma continuiamo a concentrarci sul design dell’orologio per ora …

Ci sono due pulsanti sul lato destro dell’orologio che ti consentono di navigare all’interno della sua interfaccia quando non stai utilizzando il touchscreen stesso.

Il pulsante in alto funziona per riattivare l’orologio e poi tornare al menu principale, mentre quello inferiore è progettato per impostare le proprie scorciatoie. Ciò ti consente di avviare facilmente le tue app preferite senza dover accedere al menu principale, che è utile se corri spesso con l’orologio.

Se possiedi un Huawei Watch 2, riconoscerai molti degli elementi di design qui. La GT è realizzata con una combinazione di ceramica e metallo che sembra premium al polso. La lunetta con i numeri intorno è per far sembrare un tocco più vicino a un orologio tradizionale, e quella ceramica gli conferisce un aspetto più elegante rispetto ad altri smartwatch.

Tutto il resto all’esterno dell’orologio è in metallo e ci piace molto l’aspetto di quello che abbiamo usato per questa recensione.

Puoi scegliere il corpo di un orologio d’argento con un cinturino in pelle marrone (che ha silicone all’interno per renderlo confortevole mentre ti alleni), o un corpo nero con un cinturino in silicone nero. Abbiamo preferito l’opzione argento e marrone, ma entrambi sembrano belli al polso.

Esattamente ciò che sta eseguendo Huawei Watch GT non è attualmente chiaro. Gli smartwatch precedenti della società sono stati alimentati da chipset indossabili Qualcomm, ma questo non sembra essere il caso dell’ultima iterazione dei suoi dispositivi indossabili.

Invece Huawei ha optato per il proprio sistema sotto il cofano e l’esatto chipset offerto qui non è stato chiarito dalla società.

Quando inizialmente abbiamo testato Huawei Watch GT al suo lancio alla fine del 2018, lo abbiamo trovato incline alla balbuzie e lento e registrato all’app, ma le cose sono state notevolmente migliorate per la versione completa. Tutto si muove agevolmente sotto il dito e non siamo mai rimasti in attesa dell’avvio di un’app specifica.

In particolare, abbiamo scoperto che il GPS di questo orologio si collega e si sincronizza praticamente all’istante, permettendoti di premere il pulsante e partire subito durante la corsa o il ciclo.

Siamo rimasti colpiti dalla velocità di tutto su Watch GT, ma vale la pena notare che l’orologio non viene chiamato a fare molto, poiché il software è limitato. È veloce come i prodotti che abbiamo visto da artisti del calibro di Garmin e Suunto che offrono anche funzionalità limitate.

L’app centrale su Watch GT si chiama Allenamenti e offre la maggior parte delle funzionalità di tracciamento al di fuori del normale monitoraggio dei passi e del monitoraggio della frequenza cardiaca che funziona sempre in background.

Ci sono modalità facili da impostare chiamate Outdoor Run, Indoor Run, Outdoor Walk, Climb, Trail Run, Outdoor Cycle, Indoor Cycle, Pool Swim, Open Water e altro. La GT è impermeabile 5ATM, quindi puoi indossarla con sicurezza per seguire una nuotata.

Viene fornito anche con il GPS integrato, che, come detto, abbiamo trovato collegato molto rapidamente.

L’interfaccia mentre ti alleni con Watch GT è anche intuitiva da usare con le tue statistiche chiaramente visualizzate e con cui è facile interagire. Abbiamo riscontrato che il tracciamento è adeguatamente accurato e in linea con altri smartwatch.

La durata della batteria è dove l’orologio GT diventa davvero eccitante. Huawei ritiene che questo orologio dovrebbe essere in grado di durare quasi un mese intero con una singola carica e lo abbiamo scoperto esattamente nei nostri test, con la GT che scende al 50% dopo circa due settimane di utilizzo.

Abbiamo quindi ricaricato l’orologio e dopo 10 giorni di utilizzo, abbiamo scoperto che era rimasto ancora il 72% nel serbatoio.

Considering the Huawei Watch 2 needs recharging once every couple of days, this is a seriously impressive stat. Some other smartwatches can last for a similar amount of time, but it’s not something every piece of smart wristwear can achieve.

Ovviamente il tuo chilometraggio varierà in base alle funzioni che stai utilizzando. Le stime di Huawei includono due settimane per un utilizzo misto, ma solo circa un giorno con il pieno utilizzo della funzione GPS.

Recensione Garmin VivoActive 3

Garmin VivoActive 3

In linea con l'eredità della tecnologia sportiva di Garmin, Garmin Vivoactive 3 ha un sensore di frequenza cardiaca, tracciamento GPS e una selezione di app integrate dedicate a tenere sotto controllo una serie di attività sportive, dalla corsa e il ciclismo indoor allo sci e allo snowboard.

PROS

CONS

  • Design sottile, circolare ed elegante
  • Buon GPS e cardiofrequenzimetro
  • Tiene traccia di una serie di attività
  • Impossibile scegliere quali app ricevono avvisi
  • Gli utenti iOS non possono rispondere ai messaggi
  • Il modello base non supporta la riproduzione musicale

Cosa dovresti cercare prima di acquistare un orologio intelligente?

 

  • Design circolare
  • Cinturino comodo
  • Lo schermo contrasta l’abbagliamento
 A 43 grammi e realizzato con un involucro in acciaio inossidabile, il Garmin Vivoactive 3 è abbastanza pesante da essere premium, ma come un normale orologio una volta legato. È un mondo lontano dal precedente dispositivo Vivoactive HR di Garmin, che per molti aspetti sembrava e sembrava più un orologio sportivo economico e blocchi che un dispositivo indossabile di qualità.
 
Questo è il tema corrente quando si tratta del design di Vivoactive 3, anche se ricco di funzionalità intelligenti e una serie di sensori, sembra e sembra un orologio “normale”.
 
Ciò è particolarmente vero rispetto ai dispositivi indossabili creati esclusivamente per il monitoraggio, come gli ultimi dispositivi Vivosport o Vivosmart di Garmin. Sembra persino più simile all’orologio dei suoi concorrenti più vicini, il che è probabile che sia perché Fitbit Ionic e Apple Watch 3 hanno quadranti (o quadrati).
 
Con una profondità di 11,7 mm, Garmin Vivoactive 3 è a filo con le nostre braccia. Questo, combinato con un cinturino in silicone super flessibile, garantisce un’usura molto confortevole. È stato così per tutto il nostro periodo di revisione, anche di notte e in palestra.
 
Il cinturino in silicone è flessibile e molto facile da indossare e da togliere. Ma una volta acceso è sicuro, anche dopo una corsa, una nuotata e una lezione HIIT. Ma se non ti piace il cinturino, è possibile sostituirlo con qualsiasi altro cinturino a sgancio rapido da 20 mm.
 
Lo schermo del Garmin Vivoactive 3 misura 1,2 pollici e ha un display da 240 x 240 pixel, che è una dimensione che si adatta a una gamma di polsi sia grandi che piccoli, e tuttavia fornisce informazioni senza che tu debba strizzare gli occhi per vedere le statistiche.
 
Come molti altri orologi Garmin, il Vivoactive 3 ha uno schermo transflettivo a colori. All’inizio sembra un po ‘buio, soprattutto rispetto al display OLED di Fitbit Ionic, ma è stato creato in questo modo per rendere più facile la lettura, anche alla luce diretta del sole, e per fare un grande risparmio anche sulla durata della batteria.
 
Il display è sempre acceso, ma oscurato. La retroilluminazione si accende quando si alza il polso. Questo è utile per controllare rapidamente l’ora, ma abbiamo scoperto che l’impostazione era attiva durante la notte. Tuttavia, è possibile personalizzare se si accende o no, nonché per quanto tempo.
 
C’è una piccola cornice attorno al bordo dello schermo con delle linee su di esso per mostrare dove sono le ore. E a differenza di molti dispositivi simili, c’è solo un pulsante sul lato dello schermo. Il bello di questo è che puoi decidere durante l’installazione se lo vuoi rivolto verso il tuo corpo o verso il polso e la mano.

 

  • Interfaccia di facile lettura
  • Face e widget personalizzabili
 L’interfaccia di Vivoactive 3 a volte può sembrare un po ‘ritardata. Ma per il resto l’esperienza è per lo più senza soluzione di continuità.
 
Oltre al pulsante laterale e all’opzione per utilizzare il touchscreen, Vivoactive 3 ha anche quella che il marchio definisce interfaccia “Side Swipe”. Ciò significa che puoi far scorrere la punta del dito lungo il lato del pulsante e sarai in grado di scorrere il menu del dispositivo senza interagire con lo schermo stesso.
 
All’inizio abbiamo trovato questo strano – e un po ‘inutile – ma dopo un po’ è diventato più naturale, soprattutto perché ci sono piccoli solchi sul lato e l’orologio vibra mentre ci si sposta attraverso ciascuna voce del menu, quindi mi è sembrato di ricevere un sottile feedback al tocco mentre usi l’interfaccia.
 
Puoi personalizzare l’aspetto dell’interfaccia in un negozio chiamato Connect IQ. Puoi visitare il negozio dall’app Garmin e scegliere tra le app, comprese quelle su fitness o meteo, nonché una gamma di diversi quadranti e widget.
 
Il modo in cui navighi nel negozio è un po ‘goffo, non è intuitivo come l’app Garmin stessa, che vedremo di seguito, ma è abbastanza facile scegliere qualcosa da scaricare.
 
Una volta scaricata una nuova app o quadrante, dovrai tornare all’app Garmin e aggiungerla ad Attività e app, dove verrà visualizzata insieme alle tue attività di allenamento preferite. È un po ‘fastidioso che non ci sia un altro menu dei preferiti da qualche altra parte per le nuove app.

 

  • Vasta gamma di allenamenti monitorati
  • Monitoraggio della frequenza cardiaca sempre attivo
  • Ottimo tracciamento GPS
 Anche se Garmin Vivoactive 3 offre molte nuove funzionalità intelligenti, è senza dubbio un orologio creato pensando agli appassionati di fitness.
 
Viene fornito con tutta una serie di allenamenti, chiamati “app”, tra cui puoi scegliere. Quando premi per la prima volta il pulsante sul lato del dispositivo ti viene richiesto di impostare i tuoi preferiti, in modo che siano facilmente accessibili in futuro.
 
Inizialmente abbiamo scelto il ciclismo indoor, la corsa e il nuoto, ma qui c’è una vasta scelta, dal golf allo sci ai pesi.
 
Se per un po ‘di sfortuna la tua attività preferita non è tra quelle già fornite da Garmin Vivoactive 3, c’è un’opzione’ crea ‘per modificare le impostazioni del dispositivo e crearne una tua, che ti dà la possibilità di decidere quali schermate e avvisi vuoi attivato mentre ti alleni.
 
Iniziare un’attività è dolorosamente semplice, una volta definiti i preferiti, è sufficiente premere il pulsante sul lato, toccarne uno, attendere che il GPS si avvii (a meno che non si stia svolgendo un’attività in casa) e quindi premere nuovamente il pulsante per iniziare.
 
Puoi decidere prima di iniziare ciò che vuoi che l’orologio mostri mentre ti alleni colpendo Impostazioni e quindi selezionando da diverse schermate dati, scegliendo quali avvisi vuoi e persino cambiando i colori del testo e dei grafici.
 
Ad esempio, è possibile selezionare un avviso per quando la frequenza cardiaca raggiunge un determinato punto (ideale per l’allenamento nelle zone di frequenza cardiaca) e i corridori possono essere avvisati dei loro tempi sul giro. Terminare un allenamento è altrettanto semplice, premere il pulsante sul lato e premere il grande segnale di stop rosso per confermare.
 
Il tempo impiegato per il blocco del GPS è variato leggermente a seconda di dove abbiamo iniziato la nostra corsa, da un veloce 30 secondi a un paio di minuti. Questo è il caso della maggior parte dei dispositivi abilitati per GPS, ma è sempre un po ‘frustrante quando vuoi solo andare avanti.
 
Abbiamo fatto una corsa con Garmin Vivoactive 3 e l’intero percorso è stato mappato accuratamente nell’app dopo la sincronizzazione, il che è stato bello da vedere perché abbiamo finito per cambiare il nostro percorso all’ultimo minuto un paio di volte.
 
Quando si tratta di tracciamento, Vivoactive 3 è un aggiornamento significativo su Vivoactive HR e uno dei motivi è che può monitorare VO2 max. Questa è una misurazione del volume massimo di ossigeno che è possibile utilizzare ed è spesso utilizzata come indicatore della forma fisica generale.
 
Quando si tratta di frequenza cardiaca, il tracciamento su Vivoactive 3 è buono come ci si aspetterebbe da un dispositivo Garmin. Lo abbiamo confrontato con Fitbit Ionic durante il riposo e attraverso una serie di attività e sono rimasti costantemente entro 2 bpm l’uno dall’altro.
 
La frequenza cardiaca intelligente di Garmin significa anche che il monitoraggio del sonno è più preciso perché le fasi del sonno non sono solo determinate dal movimento, ma anche dalla frequenza cardiaca. Abbiamo trovato i dati di monitoraggio del sonno all’interno dell’app per essere dettagliati, ma a volte abbiamo iniziato a monitorare il sonno un po ‘prima di coricarsi.
 

 

  • Quasi sette giorni di durata della batteria
  • Facile da caricare
 Presumibilmente uno dei motivi principali per cui Garmin ha scelto un display memory-in-pixel transflettivo è stato quello di risparmiare sulla durata della batteria, quindi ti aspetteresti che sia bello compensare la mancanza di un bellissimo schermo – e lo è davvero.
 
Anche se potrebbe non essere impressionante come alcuni dei modelli più vecchi del marchio, Garmin afferma che la batteria del Vivoactive 3 durerà sette giorni di normale utilizzo e 13 ore di fila se hai il GPS per tutto il tempo.
 
Durante i nostri test, è durato poco più di sei giorni con un allenamento a giorni alterni, tra cui due corse abilitate per GPS, alcune notifiche e molte camminate.
 
Ciò significa che se non prevedi di utilizzare il GPS ogni giorno, puoi prendere l’abitudine di ricaricare Vivoactive 3 circa una volta alla settimana, il che è una vera attrazione per chiunque si tolga un dispositivo indossabile per caricarlo e poi si dimentica di rimetterlo.
 
Quando si tratta di caricare, è sufficiente collegare il piccolo cavo fornito con Vivoactive 3 alla porta di ricarica a quattro pin sul retro dell’orologio, quindi collegarlo a una porta USB.

Recensione Garmin Fenix 6

Garmin Fenix 6

Il Garmin Fenix ​​6 è uno dei, se non il migliore smartwatch multi-sport che si possa comprare, portando prestazioni e tracciamento di avventure così come la mappatura basata su GPS a quasi tutte le attività all'aperto che ti vengono in mente. Tuttavia, c'è un aspetto negativo. Viene fornito con un prezzo elevato che scoraggerà la maggior parte delle persone.

PROS

CONS

  • Non può essere battuto per il tracciamento all’aperto
  • Design solido e robusto
  • Tracciamento accurato dell’attività
  • Non ci sono molte nuove funzionalità rispetto a Fenix ​​5 Plus
  • Molto costoso
  • Non il più elegante degli orologi

Cosa dovresti cercare prima di acquistare un orologio intelligente?

Se vuoi vedere come Garmin Fenix 6 si confronta con i suoi principali concorrenti leggi il nostro articolo su: I migliori smartwatch per rapporto qualità prezzo

 

  • Il display leggermente più grande di Fenix 5 Plus aggiunge spazio per più dati
  • 7 g più leggero e 1,1 mm più piccolo del precedente modello equivalente
  • Lo stesso design robusto e resistente che durerà
 Nonostante l’aggiornamento del design, il Fenix 6 non ha un aspetto estremamente diverso quando viene affiancato al suo predecessore, il Fenix 5 Plus. Questo perché gli aggiornamenti sono piuttosto minori.
 

Nel complesso, sembra ancora piuttosto voluminoso rispetto alla maggior parte degli altri smartwatch sul mercato e persino ad altre gamme Garmin come le serie Vivoactive o Forerunner. Sebbene ci sia una buona ragione per questo ingombro extra (robustezza e durata della batteria) è ancora più sottile di 1,1 mm rispetto al modello Fenix 5 Plus, che misura 14,7 mm di spessore, che è giù da 15,8 mm.

Va bene, questo non è notevolmente più sottile al polso ma sembra leggermente più leggero – pesa 7 g in meno rispetto al precedente modello equivalente. Questo è un gradito miglioramento per uno smartwatch noto per essere piuttosto ingombrante.
 

Il più grande aggiornamento del design, tuttavia, può essere visto sul display, che ora è più grande del 17%, passando da un display da 1,2 pollici con risoluzione 240 x 240 a un’offerta più grande da 1,3 pollici, 260 x 260. Anche se questo non suona molto, significa che le informazioni di fitness sono visualizzate in un modo molto più intuitivo rispetto a prima in quanto ora possono mostrare campi di dati extra (personalizzabili).

Ad esempio, ora puoi adattare otto misurazioni di attività di tua scelta attorno ai bordi dello schermo del quadrante circolare anziché sei, grazie alla proprietà dello schermo leggermente più grande. Ciò ti consente di visualizzare più dati a colpo d’occhio senza dover scorrere tra i menu infiniti. L’aggiornamento della risoluzione significa anche che i dati sono solo un po ‘più nitidi, il che aiuta molto con questo tipo di display.

Se hai familiarità con i dispositivi Garmin, saprai che l’azienda non raggiunge la luminosità del display attraverso uno schermo AMOLED retroilluminato super potente come visto su molti altri smartwatch. Al contrario, utilizza la tecnologia transflective memory-in-pixel (MIP) che si basa su luci esterne per illuminare in condizioni di buona illuminazione.

Poi c’è una retroilluminazione a LED per quando sei al buio. Non sembra l’ideale, ma funziona davvero bene. Il display del Fenix 6 si illumina semplicemente alla luce diretta del sole, con tutti i tempi, le informazioni sulla frequenza cardiaca e le quote illuminate in modo superbo.

In termini di design generale, il Garmin Fenix 6 è ancora l’orologio che indossi solo per i grandi spazi aperti, e sicuramente non è qualcosa che potresti davvero usare come pezzo di stile di vita. Non è il pezzo più elegante di abbigliamento da polso là fuori (che, per il prezzo sarebbe bello), ma non era questo il motivo per cui questa serie è stata progettata (dai un’occhiata alla serie Vivoactive di Garmin per questo).

Fenix è stato creato per l’avventura: il tuo compagno mentre sei fuori nel grande sconosciuto. Tracciare tutto ciò che puoi lanciarci, indipendentemente dalle estremità in cui lo fai. È quindi costruito pensando alla robustezza, quindi può resistere anche agli elementi più difficili. L’ultimo modello non fa eccezione e deve essere il migliore nel suo genere.

La qualità costruttiva, ad esempio, è semplicemente superba e per questo motivo, non possiamo immaginare che si rompa mai. L’abbiamo lanciato sul fondo di una borsa, legato al polso durante le sessioni di pesi più pesanti, tenendo traccia delle lezioni di HIIT sudate, facendo escursioni nelle Alpi, corsa in città, tanto, e non c’è ancora nessun graffio in vista.

 

 

  • I widget rendono le informazioni più intuitive
  • Connettività GPS ottimizzata
  • L’aggiornamento del sensore della frequenza cardiaca ora può funzionare sott’acqua
 Garmin Fenix 6 non introduce alcuna funzionalità software che lo distingua drasticamente dal Garmin Fenix 5 Plus dell’anno precedente, ma piuttosto una serie di modifiche e regolazioni che contribuiscono a rendere l’orologio più intuitivo di prima.
 
Un esempio di ciò è l’introduzione di widget, che raggruppano i dati in blocchi più digeribili. Toccando semplicemente il pulsante su nella schermata principale, è possibile scorrere una serie molto più concentrata di registrazioni essenziali come ultima attività, passi, meteo, frequenza cardiaca, notifiche, controlli musicali e calendario, dando una panoramica di dati vitali a colpo d’occhio.
 
Non è un grande cambiamento rispetto a quello che abbiamo visto nella precedente serie Fenix, ma significa che non sei sopraffatto da fatti e cifre e puoi trovare le cose più facilmente. Altri perfezionamenti in questo senso si presentano sotto forma di gestione dell’alimentazione e trasparenza della batteria in modo che gli utenti possano capire meglio quanto durerà l’orologio. Ne parleremo di più nella sezione batteria, però.
 
Come praticamente per tutti gli altri dispositivi Garmin che abbiamo esaminato, le operazioni su schermo reagiscono istantaneamente alla pressione dei pulsanti.
 
I pulsanti sono ciò che utilizzerai sempre per interagire con Fenix 6 in quanto non esiste un touchscreen, e giustamente, per garantire che l’orologio sia reattivo in una pletora di ambienti, sia sott’acqua, sulla neve o in qualsiasi altro luogo. Un touchscreen non sarebbe adatto a un orologio creato per l’avventura come questo.
 
Uno dei miglioramenti più notevoli del monitoraggio multi-sport è l’aggiornamento al suo sensore della frequenza cardiaca. In precedenza, dovevi acquistare una fascia toracica aggiuntiva per tenere traccia della frequenza cardiaca durante il nuoto. Tuttavia, Garmin è riuscito a modificare il sensore in modo che ora possa misurare la frequenza cardiaca sott’acqua, eliminando la necessità della cinghia aggiuntiva.
 
Anche la connettività GPS ha avuto un piccolo impulso. Nella nostra esperienza, Fenix 6 ha rilevato il GPS quasi istantaneamente dopo aver premuto il pulsante di tracciamento dell’attività di avvio, con un messaggio “GPS connesso” che viene visualizzato dopo pochi secondi. A proposito, troverai la stessa grande precisione che abbiamo visto nella precedente formazione Fenix.
 
Durante una breve corsa in città, il Fenix 6 si è rivelato altrettanto impressionante. Ciò che abbiamo adorato qui è quanto è stato facile premere il pulsante Vai e iniziare a correre, senza preoccuparsi se avesse ancora trovato il GPS o che stesse misurando le cose correttamente, perché Garmin Fenix 6 è così affidabile.
 
Anche il monitoraggio del cardio durante un allenamento HIIT si è rivelato un’esperienza piacevole, anche se non si può dire lo stesso per l’allenamento stesso. Il Fenix 6 non si sente troppo pesante o voluminoso ai polsi mentre salta sulle scatole o fa oscillare i kettlebell e, a causa del posizionamento dei pulsanti, non correvamo il rischio di modificare accidentalmente le impostazioni o le opzioni di tracciamento durante un allenamento pesante.
 
Ottimi per coloro che considerano il tempo di riposo altrettanto importante dell’attività stessa, gli strumenti di recupero di Garmin sono presenti su Fenix 6, lavorando allo stesso modo di Fenix 5 Plus – per supportare il riposo e aiutare a prevenire lesioni.
 
Lo fa monitorando continuamente il tuo cuore e dandoti una frequenza cardiaca a riposo media (RHR) per la settimana. Ciò è particolarmente utile per individuare un’elevazione irregolare in RHR, il che sarebbe un buon segno che probabilmente dovresti rilassarti un po ‘. Come per Apple Watch 4 e Apple Watch 5, c’è anche un avviso anomalo sull’attività della frequenza cardiaca, un altro segno che probabilmente stai esagerando.
 
Come per la serie Fenix 5, su Fenix 6 sono presenti le stesse funzioni di “stile di vita”, come l’archiviazione della musica, il supporto del controllo Spotify e Garmin Pay per i pagamenti mobili.
 
Funzionano davvero bene, anche se sarebbe bello vedere Spotify lavorare in modalità offline, quindi non è necessario trasferire manualmente le tracce MP3 (non è il 2003, ragazzi!). Detto questo, Garmin afferma di lavorare attualmente su questo.

 

  • Afferma di durare fino a 48 giorni in modalità risparmio batteria
  • Un sacco di grandi miglioramenti software in modo che gli utenti possano risparmiare meglio la batteria
  • Ricarica relativamente veloce
Nella normale modalità smartwatch, Garmin afferma che dovresti ottenere 14 giorni di utilizzo da Fenix 6 prima che necessiti di una ricarica. Se si utilizza il GPS in modo continuo, il valore precipita fino a 36 ore o 72 ore quando è impostato sulla modalità GPS con batteria massima.
 
 Tuttavia, puoi estenderlo a 28 giorni se viene messo in modalità attività di spedizione GPS o anche ben 48 giorni nella nuova modalità di risparmio batteria. Non abbiamo ancora avuto l’orologio abbastanza a lungo per vedere quanto sono precisi questi reclami, ma saremo sicuri di aggiornarti ulteriormente lungo la linea.
 
Se scegli il modello Fenix 6 Pro, puoi aggiungere fino a 10 ore con le funzioni GPS e Music in uso. Anche la ricarica è relativamente veloce, impiegando meno di tre ore per riempire completamente la batteria.
 
Il 6X Pro Solar ha la stessa batteria, ma puoi prolungare il tempo tra una ricarica e l’altra grazie ai pannelli solari sul quadrante dell’orologio. Garmin ritiene che, in condizioni ottimali di luce solare, è possibile aggiungere altri tre giorni per un uso regolare o altre sei ore se si utilizza il GPS, anche se non siamo venduti sul dispositivo (ulteriori riflessioni in fondo a questa sezione ).
 
 Su tutta la linea, questi miglioramenti della batteria sono abbondanti rispetto al Fenix 5 Plus. E – come accennato in precedenza – questi sono stati in gran parte raggiunti tramite modifiche nel software di Fenix che rendono la gestione molto più intuitiva e consentono agli utenti di comprendere meglio quale tipo di potere rimangono. Questo è stato modificato in vari modi.
 
In primo luogo, invece di presentare un numero percentuale di batteria rimanente come si vede attualmente nella maggior parte degli smartwatch sul mercato, Fenix 6 ora riflette l’utilizzo rimanente nel tempo. Quindi, supponiamo che rimanga il 10% della batteria, che verrà visualizzato in giorni o ore.
 
Questo cambierà anche in tempo reale, a seconda di come usi l’orologio, riducendo il tempo rimanente se stai richiedendo di più dalla batteria, dì se stai usando il GPS o ascolti musica.
 
In secondo luogo, ora esiste anche una modalità di risparmio batteria, a cui è possibile accedere tenendo premuto il pulsante fisico nell’angolo in alto a sinistra dell’orologio. Da qui puoi scegliere di disabilitare alcune delle funzionalità note per scaricare la durata della batteria al fine di prolungare il tempo di visione.
 
Infine, l’altra fantastica funzionalità di gestione della batteria si presenta sotto forma di modalità Power Manager. Trovata in profondità nel menu delle impostazioni, questa opzione consente di selezionare tra una gamma di diverse modalità di alimentazione.
 
La migliore per il risparmio energetico è la modalità batteria massima, che disattiverà la maggior parte delle funzionalità più impegnative di Fenix 6, come i sensori di frequenza cardiaca, la musica, le notifiche del telefono e il GPS.
 
E se hai intenzione di portarlo a sciare con te, c’è anche una ‘Jacket Mode’, che è stata creata in modo che l’orologio possa essere indossato sulla cima di molti strati di abbigliamento, disattivando il monitoraggio della frequenza cardiaca, la musica e le notifiche ma ti sto ancora dando la navigazione GPS, per esempio.
 
La durata extra della batteria che si ottiene dal 6X Pro Solar è meno impressionante. Nei nostri test, non si è nemmeno abbinato alle stime della batteria di Garmin per il normale 6X, per non parlare del fatto che la ricarica solare può prolungare il tempo tra le visite al punto di connessione. In sette giorni di utilizzo, l’orologio ha perso 10 giorni di carica, nonostante accendessimo il GPS solo due volte e solo brevemente in ogni occasione.
 
Il suo più grande difetto è che in realtà non ti dice quanta durata della batteria hai risparmiato grazie alla ricarica solare. Raggiungiamo regolarmente il massimo livello di intensità solare, visualizzato da un grafico e un’icona nella schermata iniziale dell’orologio, ma non abbiamo modo di dire se ha fatto la differenza per la nostra batteria.
 
La decisione di Garmin di non includere quei dati nell’orologio è bizzarra: ci sarebbe piaciuto sapere quanto tempo in più avremmo guadagnato, anche se fossero passate solo poche ore. Senza tali informazioni, spendere di più per la ricarica solare sembra uno spreco di denaro.

Recensione Garmin VivoActive 4

Garmin VivoActive 4

Garmin Vivoactive 4 trasforma la tecnologia intelligente degli orologi utilizzati dall'élite che corre l'ultra-maratona in un dispositivo indossabile più accessibile. Potresti non ottenere tutti i consigli di stile da precursore di un precursore, ma ottieni il resto. Scopri qual è il miglior smartwatch Garmin

PRO

CONS

  • Ottimo tracciamento degli esercizi, con GPS completo
  • Streaming musicale on-watch
  • Pile di statistiche
  • La modalità di trasmissione ANT + HR non funziona ancora bene
  • Nessuna condizione prestazionale / monitoraggio del carico di allenamento
  • L’integrazione di Spotify / Deezer dovrebbe essere più amichevole

Cosa dovresti cercare prima di acquistare un orologio intelligente?

 

  • Dimensioni di 45.1 x 45.1 x 12.8 mm
  • Resistenza all’acqua 5ATM
  • Protezione dello schermo Gorilla Glass 3

 Il Vivoactive 4 sembra abbastanza simile al Vivoactive 3 e al Foreunner 645. Una fascia di metallo argentato, ma non cromata, si trova attorno al bordo dell’orologio. Il suo schermo è protetto dalla tecnologia Gorilla Glass 3, ma non è incassato come il Fenix 6, rendendolo leggermente più vulnerabile. Ogni piccola parte di tale protezione si aggiunge alle dimensioni di un orologio.

 Siamo passati a Vivoactive 4 dall’uso di Forerunner 645 Music. È l’orologio che utilizziamo per tenere traccia delle corse di settimana in settimana.
 
Il Vivoactive 4 è più grande, ed è significativamente così. Ma basta acquistare un Vivoactive 4S se un orologio sottile è quello che vuoi in quanto ha caratteristiche simili con uno schermo e una batteria leggermente più piccoli.
 
È un orologio comodo da indossare, ma di nuovo il Forerunner 645 vince leggermente qui. Il cinturino in silicone standard del Vivoactive 4 è più spesso e ha meno “danno” rispetto al Forerunner. Più leggero e piccolo è un orologio, meno è probabile che si noti che è presente anche al polso dopo poche ore.
 
Troviamo che tendiamo a togliere Vivoactive 4 per alcune ore al giorno. Ti ritrovi con delle rientranze dall’aspetto arrabbiato sul tuo polso se fai il cinturino extra stretto.
 
Non è necessario toglierlo, oltre a caricare, se sei felice di indossarlo tutto il giorno. Il Vivoactive 4 ha una resistenza all’acqua di 5 ATM, sufficiente non solo per la doccia ma anche per il nuoto.

 

  • Schermo MIP transflettivo da 260 x 260 da 1,3 pollici
  • Chiaro alla luce del sole, ha bisogno di luce frontale al chiuso
  • Display sempre attivo
 Il Vivoactive 4 ha uno schermo da 1,3 pollici con una risoluzione di 260 x 260 pixel, le stesse specifiche del Fenix 6.
 
 Questo display non sembrerà troppo impressionante per coloro che non avevano mai posseduto un Garmin o un orologio simile prima. Questi sono schermi transflettivi, nel senso che riflettono la luce in modo da diventare più chiari in una giornata luminosa.
 
Questo è l’opposto polare degli schermi LCD e OLED utilizzati in molti altri smartwatch. Devono aumentare la luminosità per competere con la luce solare, piuttosto che essere “alimentati” da essa.
 
Anche Vivoactive 4 emette luce, quindi puoi vedere il display in una stanza buia. Ma questa luce si accende solo quando interagisci con l’orologio o fai scorrere il polso verso il tuo viso. Questo schermo consuma pochissima energia quando non è acceso e visualizza il contenuto 24 ore su 24, 7 giorni su 7, fino a quando la batteria si scarica.
 
Questo è ancora il miglior tipo di schermo per l’allenamento di corsa all’aperto. Non devi preoccuparti su come muovere il polso in modo da poter vedere il tuo ritmo a metà corsa. È sempre lì, sullo schermo, per tutto il tempo. E non è prevista alcuna imposta sulla batteria.

 

  • Implementazione touchscreen migliorata
  • Interfaccia abbastanza semplice e piatta
  • Due pulsanti hardware
 Gli orologi Vivoactive hanno meno pulsanti rispetto a quelli delle serie Fenix e Forerunner, perché sono tracker touchscreen. Garmin ha messo due pulsanti sul Vivoactive 4, anziché quello sul Vivoactive 3, però.
 
Questa è probabilmente una risposta ai reclami, è troppo facile mettere in pausa o terminare accidentalmente un allenamento con Vivoactive 3.
 
Durante l’allenamento, la schermata di Vivoactive 4 viene utilizzata per scorrere le schermate delle informazioni. Ma per mettere in pausa e interrompere il tracciamento, si utilizzano i pulsanti. Il risultato? Abbiamo riscontrato zero dei problemi riscontrati da molti proprietari di Vivoactive 3.
 
Scorri verso l’alto e verso il basso dal quadrante per accedere sia alle schermate aggiuntive che alle app. Vivoactive 4, proprio come gli altri Garmin, utilizza l’app store Connect IQ per aggiungere software all’orologio. Qualche anno fa pensavamo a metà che questo app store potesse ottenere più del tipo di app che vedi su Wear OS o su un Apple Watch. Ma questa interfaccia mostra che non è scopo.
 
Ad esempio, se installi Flappy Bird, un clone di scarsa qualità di un gioco per cellulare che è saltato in aria nel 2013, si avvia automaticamente quando scorri sulla sua pagina “informazioni”, sopra il quadrante dell’orologio. Potremmo non aver annullato una sessione di tracciamento della corsa per errore con Vivoactive 4, ma abbiamo accidentalmente caricato Flappy Bird una dozzina di volte o più.
 
La musica è forse la caratteristica extra più importante di Vivoactive 4. C’è una differenza di prezzo di $ 50 / £ 50 tra lo standard Forerunner 645 e Forerunner 645 Music, ma qui ottieni lo streaming musicale di serie.
 
Ciò significa 3,6 GB di spazio di archiviazione per aggiungere podcast, playlist e album. È possibile collegare Vivoactive 4 a un laptop per aggiungere file manualmente. Il file system si apre quando lo fai e ci sono cartelle separate per podcast e musica.
 
La band supporta anche Deezer e Spotify, per i quali è necessario un abbonamento Premium per entrambi i servizi. A giudicare dalle numerose recensioni di app a una stella su Connect IQ, Garmin non ha semplificato il processo di collegamento dell’account. Abbiamo dovuto dedicare un po ‘di tempo anche a risolverlo.
 

Siamo abbastanza contenti della libreria di app limitata dell’orologio. Anche con un touchscreen, Vivoactive 4 non si sente come uno smartwatch ultra rapido e ad alta potenza. Le transizioni dello schermo sono “digitali”, con nessuno degli effetti basati sulla fisica utilizzati in un Apple Watch per rendere il suo software più organico e reattivo.

  • Durata della batteria da quattro a cinque giorni con corse regolarmente monitorate
  • Fino a otto giorni di utilizzo senza tracciamento attivo
  • Porta caricatore proprietaria
Garmin afferma che la batteria del Vivoactive 4 dura fino a otto giorni di tracciamento standard, in cui non si utilizza il GPS, per sei ore di tracciamento GPS con musica o fino a 18 ore senza musica.

È durato quattro giorni per noi, tra cui due ore di utilizzo del GPS durante due sessioni di corsa e un’altra ora di trasmissione della frequenza cardiaca per una sessione di ciclo indoor. Non abbiamo ascoltato musica in streaming durante le corse.
 

La nostra esperienza nel mondo reale è chiaramente molto al di sotto delle affermazioni di Garmin, dato che il nostro utilizzo del GPS è solo fino all’11% di utilizzo della batteria secondo le specifiche ufficiali. Tuttavia, la longevità di Vivoactive 4 è leggermente migliore di quella di Forerunner 645 Music più piccola. E mentre stavamo rivedendo l’orologio, probabilmente abbiamo giocato con l’interfaccia più di quanto avremmo tre mesi per possederlo.

Esercitati a giorni alterni e dovrebbe durare poco più di mezza settimana, almeno. Tuttavia, non ci sono progressi reali in termini di efficienza della batteria qui e il Vivoactive 4 è mostrato dall’Huawei Watch GT 2. Dura più di una settimana anche con diverse piste tracciate dal GPS. Ma preferiamo allenarci con un orologio Garmin piuttosto che un Huawei.

Vivoactive 4 utilizza un caricabatterie plug-in, un piccolo cavo proprietario proprio come quello di Vivoactive 3 e Fenix 6. La ricarica da zero a piena richiede circa un’ora.

 
 

AmazFit Bip – Recensione 2020

Specificazione

Sistema operativo: sistema operativo Amazfit | Compatibilità: Android / iOS |
Display: 1.28 "400 x 400 LCD |
Processore: MediaTek N / A |
Memoria integrata: solo per dati fitness |
Durata batteria: fino a 45 giorni |
Metodo di ricarica: Caricatore proprietario | Classificazione IP: IP68 |
Connettività: Bluetooth 4

PROS

CONS

  • Valore incredibile
  • Design elegante
  • Ottima app di accompagnamento
  • La funzione di pausa automatica non funziona
  • UI Finicky
  • Luce sugli allenamenti supportati

Cosa dovresti cercare prima di acquistare un orologio intelligente?

Se vuoi vedere come Amazfit Bip si confronta con i suoi principali concorrenti leggi il nostro articolo su: I migliori smartwatch per rapporto qualità prezzo

Abbiamo già toccato i punti salienti del design di Bip. Sembra un Apple Watch. Ma a un esame più attento, un parallelo più vicino potrebbe essere qualcosa di più simile al Pebble Time.

Costruito con un telaio in plastica a trama opaca, il Bip si trasforma in una lavagna leggermente curva di Corning Gorilla Glass sulla parte superiore del suo display a pixel colorati.

Parlando di più sul pulsante lucido sul suo lato, facendo clic su di esso si attiva un’animazione per scorrere sullo schermo, indicando che l’hai svegliata. Le impostazioni integrate consentono di designare un’attività che viene avviata quando si tiene premuto il pulsante. Cose come la corsa all’aperto, il ciclismo, il tapis roulant o il camminare sono le uniche opzioni disponibili ora, ma l’elenco potrebbe crescere in futuro.

Il display ricorda quello del Pebble, in quanto il suo schermo a colori da 1,28 pollici, 176 x 176 pixel è a bassa risoluzione e sempre acceso. La corona ha una sensazione tattile e un suono soddisfacenti.

Ma non lasciarti ingannare dal peso piuma dell’orologio; il suo policarbonato, la struttura in plastica opaca e il touchscreen capacitivo 2.5D Corning Gorilla Glass resistono all’abbondanza di usura. Inoltre, l’orologio ha un grado di protezione IP68 da acqua e polvere, il che significa che è protetto dalla polvere e può essere immerso fino a 5 piedi di acqua per 30 minuti.

Il Bip funziona sul suo sistema operativo proprietario in combinazione con l’app associata Mi Fit foriOSandAndroid. Mi Fit si sincronizza con l’orologio, prende il controllo del tracciamento e della tenuta dei registri e si collega anche all’app Apple Health. A differenza di Fitbit Versa o Apple Watch, tuttavia, Bip non ha un app store e poche app di terze parti compatibili.

L’interfaccia di Bip è pura semplicità. Innanzitutto, fai clic sulla corona per sbloccare l’orologio. A partire dalla faccia principale, continui a scorrere verso sinistra per le operazioni principali, toccando quella desiderata per maggiori dettagli.

Scorri verso l’alto sulla faccia principale per accedere a e-mail, chiamate e messaggi. Puoi leggere ogni e-mail sull’orologio (ma non rispondere) e decidere come eliminare il messaggio. Scorri verso il basso per attivare / disattivare una modalità “non disturbare” che disabilita le notifiche.

Il riquadro Stato ti consente di accedere alle statistiche correnti per passi, frequenza cardiaca, distanza percorsa e calorie bruciate e vedere se sei stato seduto sul sedere troppo a lungo. Il riquadro Meteo fornisce le condizioni attuali e lo scorrimento verso l’alto rivela la previsione a cinque giorni. L’orologio integra anche Alipay, la piattaforma di pagamento mobile di terze parti con sede in Cina.

Puoi impostare avvisi per pietre miliari come la distanza o farti avvisare dall’orologio se il tuo ritmo è troppo veloce o troppo lento. E premendo a lungo la corona dell’orologio, è possibile impostare l’orologio per accedere rapidamente alle attività più utilizzate.

L’orologio ha un sensore tattile che vibra quando arriva un messaggio, ma è molto sottile, per non disturbare il sonno. La forza della vibrazione non è regolabile, ma mi andava bene.

 

A seconda del dispositivo indossabile, giudicare le prestazioni differisce abbastanza. Se si tratta di uno smartwatch Apple Watch o Wear OS, analizziamo le sue capacità multitasking per assicurarci che offra la ricca esperienza per giustificare i loro prezzi elevati. Ma per qualcosa come il Bip da $ 99 / £ 70, le aspettative sono leggermente inferiori rispetto al confronto.

Tuttavia, Amazfit non è timido nel parlare della più grande risorsa di questo fitness tracker, la durata della batteria. Leviamolo di mezzo: consegna e poi alcuni. In un mercato in cui il Samsung Gear Fit 2 può durare solo circa tre giorni (un numero ancora impressionante) con alcune attività dipendenti dal GPS, il Bip si trova su un altro livello. Pubblicizzato per durare oltre i 30 giorni in condizioni normali con la sua minuscola batteria da 190 mAh e fino a 45 giorni con notifiche minime.

Durante i nostri test, che è quasi alla fine della sua seconda settimana, siamo riusciti a ridurre il consumo di batteria fino al 36%. Ciò avviene dopo una vasta serie di attività che hanno utilizzato il GPS integrato e il sensore di frequenza cardiaca più volte al giorno, e di essere un sifone non-stop per le notifiche dei nostri smartphone.

A proposito di notifiche, non aspettarti notifiche complete e fruibili qui. A differenza di watchOS o Wear OS, non puoi fare nulla con i messaggi di testo, gli avvisi di Twitter o le telefonate oltre a leggere i contenuti se li ricevi. Il Bip agisce semplicemente per ricordare che è necessario sollevare il telefono, quindi gestire il resto lì.

Passare all’app companion, Mi Fit, disponibile per iOS e Android, è sorprendentemente buono. È gestito da Xiaomi e la configurazione di Bip è semplice, anche se la sincronizzazione con l’app può richiedere un po ‘troppo tempo – circa un minuto a volte, a seconda dell’ultima sincronizzazione con essa. Se l’indossabile indossasse costantemente metriche sull’app, probabilmente la batteria non sarebbe così sorprendente, quindi è un successo che siamo disposti a prendere qui.

LEGGI ANCHE LA RECENSIONE DEL MIGLIOR SMARTWATCH ECONOMICO CON FITNESS TRACKER

Uno degli enormi punti di forza del Bip è la durata della batteria. La batteria ai polimeri di litio da 190 mAh di Bip promette di durare fino a 45 giorni in normali condizioni d’uso, che include il monitoraggio dell’attività e del sonno. L’uso continuo del GPS e il monitoraggio costante della frequenza cardiaca ridurranno di molto la durata della batteria. Dopo due settimane di utilizzo, con il GPS e il cardiofrequenzimetro accesi in modo intermittente, il misuratore della batteria del Bip era al 44 percento.

Quando alla fine la batteria si scarica, basta usare i due pin di contatto sul dock di ricarica per un paio d’ore per ricaricare l’orologio.

Polar M200 – Recensione 2020

Prestazione

Sistema operativo: sistema operativo Polar |
Compatibilità: Android / iOS |
Display: diametro 26mm |
Processore: N / A |
Memoria a bordo: solo per i dati di fitness |
Durata della batteria: fino a 6 giorni |
Metodo di ricarica: Caricabatterie proprietario
Grado di protezione IP: N / A (Polar sostiene resistente all'acqua)
Connettività: Bluetooth

PRO

CONS

  • GPS accurato
  • Buona durata della batteria
  • Cardiofrequenzimetro
  • Schermo datato
  • Design economico
  • Il GPS può essere lento da bloccare

Cosa dovresti cercare prima di acquistare un orologio intelligente?

Se vuoi vedere come Polar M200 si confronta con i suoi principali concorrenti leggi il nostro articolo su: I migliori smartwatch per rapporto qualità prezzo

Esteticamente, Polar M200 è abbastanza semplice, con un cinturino in silicone che circonda il quadrante dell’orologio.

Il cinturino è resistente e si adatta comodamente al polso se indossato per periodi prolungati. In effetti, con l’M200 che pesa solo 40 grammi, a volte è facile dimenticare di indossarlo.

Seguendo il tema della semplicità, due pulsanti su entrambi i lati del display offrono tutte le funzionalità necessarie per utilizzare la serie di funzioni dell’M200.

Il pulsante sinistro consente di tornare indietro tra le opzioni del menu, mettere in pausa / interrompere un allenamento, sincronizzarsi con l’app per smartphone o utilizzare la retroilluminazione.

Una rapida pressione del pulsante destro consente di scorrere le schermate dei menu, mentre una pressione più lunga consente di selezionare l’opzione desiderata. Avere più funzioni con solo due pulsanti è inizialmente un po ‘complicato, ma dopo una settimana o giù di lì di normale utilizzo presto ti affronti.

La porta di ricarica del Polar M200 si trova sulla base dell’orologio. La porta è ben nascosta ma è facilmente accessibile spingendo semplicemente l’orologio dal cinturino. L’orologio viene quindi caricato tramite un cavo USB incluso nella confezione.

Polar offre cinque cinturini di colore diverso – nero, rosso, giallo, blu o bianco – e la facilità di sostituzione del cinturino semplifica la miscelazione e l’abbinamento a seconda dell’umore, supponendo che tu abbia voglia di pagare per cinturini extra.

Lo schermo su Polar M200 è piuttosto piccolo, con una grande parte dell’interfaccia circolare occupata da una cornice. I bordi dello schermo sono progettati per consentire all’utente di monitorare e monitorare facilmente il proprio livello di attività a colpo d’occhio per tutto il giorno, ne parleremo più avanti.

Il display stesso è semplice, senza touchscreen, colori o grafica dettagliata. Invece, l’M200 sfoggia un display a matrice di punti a LED, che conferisce all’orologio un aspetto leggermente obsoleto. Se desideri uno schermo più elaborato, potresti prendere in considerazione qualcosa come Polar M600, ma dovrai essere pronto a pagare di più.

Polar ha mantenuto le cose semplici ma funzionali con il design dell’M200. Sebbene la sensazione generale dell’orologio non sia di grande qualità, a un prezzo economico non ti aspetti molto di più.

Tuttavia, ciò che manca all’M200 nello stile, è più che compensato dalla sua gamma di funzionalità al prezzo.

L’M200 è facile da usare e fornisce dati in tempo reale chiari e validi durante un’attività. Durante l’allenamento è possibile ruotare diverse schermate per fornire informazioni su distanza, andatura attuale, durata, frequenza cardiaca e molte altre metriche utili.

È inoltre possibile personalizzare queste opzioni dello schermo sul sito Web Polar Flow, consentendo di selezionare le metriche che si desidera monitorare durante un’attività. C’è anche una funzione di giro automatico, di nuovo personalizzabile, ma per impostazione predefinita a lappare ogni chilometro durante una corsa.

L’unico piccolo problema che abbiamo riscontrato durante l’utilizzo dell’M200 era la dimensione dello schermo. Sebbene generalmente lo schermo sia chiaro da leggere, a volte era difficile leggere le informazioni quando ci si sposta a un ritmo più rapido.

Una delle migliori funzioni di Polar M200 è la capacità di seguire programmi di allenamento strutturati e allenamenti. È possibile impostare un obiettivo sul sito Web Polar Flow, sia esso 5k o una maratona, inserire la data dell’evento e Polar pianificherà una serie di allenamenti su un calendario.

È quindi possibile scaricare questo programma sull’orologio e sull’app e quindi spetta a te seguirlo quotidianamente. Questa è un’ottima funzionalità per coloro che desiderano iniziare l’allenamento per un evento o obiettivo specifico, ma non sono sicuri su come strutturare al meglio il proprio allenamento.

Abbiamo trovato la maggior parte delle funzioni disponibili su Polar M200 allineate alla corsa piuttosto che a qualsiasi altro sport. Sebbene siano disponibili più opzioni sportive, l’M200 non si comporta come un vero orologio multisport in quanto non è possibile cambiare tra due o tre discipline all’interno della stessa attività.

Ad esempio, se prendi parte a un triathlon dovresti interrompere ogni attività prima di iniziare la successiva. La gamma di campi dati disponibili per tenere traccia di alcuni sport sull’orologio non è così sviluppata come la modalità di corsa. Ad esempio, sebbene l’orologio sia impermeabile e possa essere portato a nuotare, non traccia la distanza in piscina.

Polar M200 funge anche da fitness tracker, contando i passi verso un obiettivo specifico che è possibile determinare durante l’impostazione iniziale dell’orologio. È qui che entra in gioco la grande cornice dell’orologio.

LEGGI ANCHE LA RECENSIONE DEL MIGLIOR SMARTWATCH ECONOMICO CON FITNESS TRACKER

Abbiamo trovato il GPS integrato nel Polar M200, per la maggior parte, molto preciso nel tracciare qualsiasi attività all’aperto. L’M200 rileverà anche eventuali arresti, sospendendo automaticamente l’attività per te e riavviando una volta ripartito.

Tuttavia, ci sono state due o tre occasioni durante i test quando il segnale GPS è caduto nel bel mezzo di una corsa. Non è stato solo per pochi secondi, in una corsa il GPS si è spento per due minuti. Ciò significava che parte della corsa non veniva tracciata e che i dati della corsa post-attività erano in qualche modo distorti.

L’altra frustrazione che abbiamo riscontrato durante il test dell’M200 è stata la lunghezza del tempo impiegato per bloccare il GPS prima di iniziare un’attività. L’orologio ti chiede di “rimanere fermi per trovare il GPS”, che può richiedere diversi minuti anche quando è ben visibile il cielo.

Questo significava che stavamo giocando spesso al passo con qualsiasi partner di allenamento mentre si annoiavano in piedi al freddo aspettando che il GPS si bloccasse. Puoi iniziare l’attività prima di agganciarti al GPS, ma la tua distanza non verrà tracciata.

Tuttavia, a questa fine del mercato non è garantito il GPS. Il popolare Fitbit Charge 2, ad esempio, non lo possiede, anche se sta diventando sempre più diffuso.

E non abbiamo riscontrato tali problemi con il cardiofrequenzimetro ottico del Polar M200. La frequenza cardiaca viene rilevata facilmente quando l’orologio è saldamente fissato al polso ed è costante durante qualsiasi attività.

La durata della batteria del Polar M200 è eccellente. Polar sostiene che l’M200 durerà sei giorni con una singola carica se utilizzato per il monitoraggio della forma fisica e con il monitoraggio dell’attività GPS di un’ora al giorno.

In realtà, siamo riusciti a utilizzare l’orologio per un’intera settimana di corsa, nonché per l’uso quotidiano generale, prima di dover ricaricare.

E quando la batteria si sta esaurendo, ricevi una notifica utile sull’app dello smartphone per informarti che è necessario ricaricare.

Come notato in precedenza, la ricarica del Polar M200 è indolore, con l’orologio dotato di una semplice porta di ricarica. Un cavo USB fornito nella confezione è tutto ciò che serve.

In termini di velocità di spremitura, abbiamo scoperto che l’orologio è stato completamente ricaricato da vuoto entro un paio d’ore, il che era accettabile se lo ricordavi per tempo …

Garmin Forerunner 30 – 2020 Recensione

Specificazione

Sistema operativo: Garmin OS |
Compatibilità: Android / iOS |
Display: 0.93 "128 x 128 |
Processore: N / A |
Memoria integrata: solo per dati fitness |
Durata batteria: fino a 5 giorni |
Metodo di ricarica: Caricabatterie proprietario | Classificazione IP: N / A (Garmin afferma 5 ATM) | Connettività : Bluetooth

PRO

CONS

  • Schermo pulito
  • Controlli intuitivi
  • Ottima app
  • Design decisamente incentrato sul fitness
  • Nessun touchscreen
  • Move IQ non è ancora abbastanza capace

Cosa dovresti cercare prima di acquistare un orologio intelligente?

Se vuoi vedere come Garmin Forerunner 30 si confronta con i suoi principali concorrenti leggi il nostro articolo su: I migliori smartwatch per rapporto qualità prezzo

Il design del Garmin Forerunner 30 è esattamente lo stesso di quello del 35: un rettangolo di vetro, con cornici spesse che circondano uno schermo da 0,93 pollici di diametro. Ai lati sono presenti quattro pulsanti per la navigazione nei menu (su, giù, corsa e schermata precedente).

L’unità stessa è relativamente spessa e necessita di adattarsi ai pulsanti, all’impianto elettrico e ai sensori sul lato inferiore. Questo diventa un po ‘un problema quando si tratta del monitoraggio del sonno poiché lo abbiamo trovato una presenza distraente, che ci ha fatto svegliare di notte.

L’unità è tenuta al polso con cinturini in silicone, collegati mediante una fibbia in metallo e un anello che tiene ferma la cinghia in eccesso. Quando l’abbiamo indossato, abbiamo spesso scoperto che questo anello ha catturato i nostri peli del braccio, il che è stato piuttosto spiacevole, anche se non è assolutamente un affare.

Lo schermo è incredibilmente chiaro e rispetto ai dispositivi più sottili come Fitbit Alta HR, c’è un sacco di spazio sullo schermo per la visualizzazione di tutte le tue metriche, che è particolarmente importante a metà corsa quando hai il sudore negli occhi e vuoi farlo rapidamente dai un’occhiata al tuo dispositivo.

Il Garmin Forerunner 30 è sicuramente una delle unità più alla moda di Garmin, ma sembra ancora molto simile a un tracker di corsa: la forma squadrata e l’ampio testo sullo schermo apparirebbero incongrui con un bel vestito o una serata fuori.

I vantaggi dell’ampio testo in chiaro superano enormemente gli aspetti negativi, tuttavia: è facile da leggere e le combinazioni di icone, numeri ed etichette significano che non hai mai dubbi su ciò che stai guardando. È l’ideale se stai cercando di lavorare in una specifica zona di frequenza cardiaca o stai cercando un ritmo specifico per miglio e non vuoi passare tutto il tempo a fissare il tuo polso.

L’interfaccia, sia sull’app che sull’orologio stesso, è dettagliata senza essere contorta, e l’app offre una vasta gamma di funzionalità tra cui passi, corsa, nuoto, ciclismo, allenamento della forza, monitoraggio del sonno, monitoraggio del peso e altro ancora. Vedremo come l’app funzionerà in modo più approfondito un po ‘più tardi.

L’orologio stesso è meno complesso, ma mostra ancora frequenza cardiaca, calorie bruciate, passi, notifiche, minuti di intensità e altro ancora.

Sembra molto, e lo è, ma non sembra travolgente, a testimonianza dell’esperienza di Garmin in questo campo.

Il Garmin Forerunner 30 sembra e si sente come un tracker da corsa, il che non è l’ideale se vuoi semplicemente indossarlo tutti i giorni. Ma non appena inizi a correre, diventa tutto suo.

Una semplice pressione di un pulsante attiva la modalità di esecuzione e Forerunner 30 inizia immediatamente a monitorare frequenza cardiaca, cadenza, ritmo e VO2 max. E ciò che è davvero impressionante è la precisione con cui misura tutte queste cose.

Quando abbiamo effettuato un controllo incrociato delle sue misurazioni era accurato entro sei battiti al minuto (bpm) della misurazione diretta dell’impulso, il che è davvero impressionante. Ha risposto rapidamente alle variazioni della frequenza cardiaca quando abbiamo rallentato o aumentato il ritmo e, sebbene non abbiamo testato la sua precisione rispetto a una fascia toracica, siamo rimasti colpiti dalla sua reattività.

Il monitoraggio della frequenza cardiaca basata sul polso non è notoriamente accurato e reattivo come un sistema basato sulla fascia toracica, e quando abbiamo avuto tempo con il Forerunner 35 questo è stato uno dei problemi che abbiamo riscontrato. Quindi eravamo ansiosi di vedere se il 30 fosse migliore – e siamo rimasti piacevolmente sorpresi.

Per testare l’accuratezza del GPS abbiamo fatto alcune fermate insolite e cambi di direzione, ed era preciso al punto. Il Forerunner 30 è incredibilmente veloce nel trovare il segnale GPS e durante questo periodo lo abbiamo trovato affidabile.

Dopo aver terminato una corsa, ti viene fornita una ripartizione delle tue prestazioni, incluso il ritmo per miglio (o il chilometro, puoi scegliere), i migliori risultati personali che potresti aver infranto e la tua lettura massima di VO2 corrente.

Garmin afferma che Forerunner 30 durerà cinque giorni in “modalità orologio” e otto ore in “modalità GPS”. Nella nostra esperienza, abbiamo scoperto che in realtà è durato un po ‘più a lungo di quanto promesso, riuscendo a superare poco più di una settimana con una singola carica. Detto questo, non stavamo bene quella prima settimana, quindi non ci stavamo chiedendo troppo.

La seconda settimana la batteria si scarica un po ‘più velocemente, ma pensiamo ancora che cinque giorni siano una stima prudente. È più probabile che ti vergogni di una settimana solo usando Forerunner 30 come un orologio tutto il tempo e andando a correre occasionalmente.

Questo è buono, ma considerando che abbiamo appena trascorso del tempo con il più piccolo ed economico Huawei Band 2 Pro, che dura 21 giorni quando non è in modalità GPS, non possiamo fare a meno di sentirci delusi dalla durata della batteria degli anni ’30.

Il Forerunner 30 è molto facile da caricare utilizzando un singolo cavo che si aggancia al dispositivo. Considerando i metodi difficili di ricarica che si ottengono con alcuni altri dispositivi indossabili, questo è un piacere da usare e il dispositivo si carica in circa un’ora e mezza, il che è abbastanza standard.

FitBit Versa Lite – 2020 Recensione

Specificazione

Sistema operativo: sistema operativo Fitbit |
Compatibilità: Android 5+, iOS 10+ |
Display: 1.34 "300 x 300 |
Processore: N / A |
Memoria integrata: N / A |
Durata batteria: circa quattro giorni |
Metodo di ricarica: Pin di collegamento magnetico |
Grado di protezione IP: IP67 |
Connettività: N / A

Amazon Rating
4.5/5

Pros

Cons

  • Più economico di altri Fitbits
  • Design piccolo e confortevole
  • Nessun Fitbit Pay
  • Nessuna memoria integrata per la musica

Cosa dovresti cercare prima di acquistare un orologio intelligente?

Se vuoi vedere come FitBit Versa Lite si confronta con i suoi principali concorrenti leggi il nostro articolo su: I migliori smartwatch per rapporto qualità prezzo

Se hai utilizzato Fitbit Versa, saprai molto del design offerto qui. L’edizione Lite è – senza sorprese qui – lo smartwatch più leggero della società, anche se al momento non conosciamo il peso esatto del dispositivo.

Nella nostra settimana di test abbiamo trovato l’orologio confortevole e questo sarà particolarmente adatto se hai polsi più piccoli. Sarà sicuramente molto più adatto a te di quanto lo fosse lo Fitbit Ionic

Questo orologio è resistente all’acqua fino a 50 metri, ma non è progettato specificamente per la piscina in quanto non è dotato di rilevamento del nuoto. La resistenza in acqua è maggiore per quando sei fuori a correre sotto la pioggia o quando sommergi accidentalmente il polso.

Il bordo sinistro dell’orologio contiene l’unico pulsante che utilizzerai su Fitbit Versa Lite Edition, che attiverà l’orologio pronto per scorrere i menu.

L’orologio stesso è disponibile nei colori bianco, lilla, gelso e blu marina. Ottienilo in uno di questi ultimi due e il corpo dell’orologio avrà lo stesso colore (anziché argento), fornendo un effetto interessante che non abbiamo visto sui precedenti prodotti Fitbit.

C’è un touchscreen nella parte anteriore, ed è un display a colori con una risoluzione di 300 x 300 (è lo stesso di quello che ha Fitbit Versa). Sembrava chiaro e brillante nei nostri tempi di test, ma la tecnologia dello schermo di Fitbit non è mai stata così vibrante come l’Apple Watch 4 o alcuni dispositivi Wear OS.

Ci sono cornici spesse intorno al display qui, ma se stai usando un quadrante nero è difficile notarli. Il logo Fitbit è inoltre decorato con la lunetta inferiore.

Lo schermo non è così reattivo come su Samsung Galaxy Watch o Apple Watch 4, ma funziona abbastanza bene da permetterti di navigare e utilizzare le varie app e funzioni di Versa Lite.

Non c’è molto nell’interfaccia su Fitbit Versa Lite, ma considerando quello che probabilmente farai con l’orologio che è improbabile che sia un grosso problema.

È possibile attivare il display toccando lo schermo o premendo il pulsante sul bordo sinistro dell’orologio. Da lì, puoi toccare ciò che desideri attivare dalla schermata principale o scorrere verso destra per trovare altre app.

Vengono visualizzate quattro app per pagina, quindi a volte potresti dover fare un po ‘di scorrimento per trovare quello che ti serve. Non è l’interfaccia più elegante, ma funziona quando stai cercando di trovare una funzione specifica.

Spesso quando hai aperto un’app, scorri le diverse pagine per trovare la funzionalità che desideri al suo interno. Ad esempio, l’allenamento è l’app principale e per avviarne uno dovrai scorrere fino a trovare quello giusto.

Inizia con Esegui, ma ci sono altre opzioni come il tapis roulant o il ciclismo se scorri i menu.

Abbiamo trovato le prestazioni dell’orologio soddisfacenti. Quando carichi applicazioni, tutto si carica senza problemi. Non è veloce come alcuni dispositivi indossabili di fascia alta, ma questo non sta cercando di fare molto di più che offrire queste funzionalità per il fitness, quindi le prestazioni non sono una grande preoccupazione.

Abbiamo riscontrato che il software è stabile da solo e non abbiamo riscontrato alcun problema evidente che ti frustrerà quando indossi Fitbit Versa Lite quotidianamente.

Poi c’è l’app Fitbit, che è un hub fantastico per tutte le informazioni che hai registrato sul tuo orologio. Qui puoi scaricare nuove app e quadranti, nonché scavare nei dati registrati dal tuo orologio.

La piattaforma smartwatch di Fitbit non è matura come Wear OS o watchOS – questo è ciò che utilizza Apple Watch – ma offre una varietà di app di terze parti insieme alle app e ai servizi dell’azienda. Esempi di questi includono Strava e The New York Times.

C’è anche un’enorme varietà di quadranti che puoi scaricare per dare al tuo orologio un aspetto leggermente più unico rispetto a quelli di base. Questo è un extra che ci piace davvero.

Fitbit sostiene che la Versa Lite Edition durerà per almeno quattro giorni con una singola carica, ma tieni presente che ciò cambierà in base a quanto lo stai utilizzando. Se lo usi costantemente per gli allenamenti, non otterrai una durata della batteria così grande.

Ci siamo spesso trovati tra quattro e cinque giorni con una singola carica, ma una volta che inizi a lavorare con esso noterai che probabilmente scadrà tra tre e quattro giorni. È ancora abbastanza buono considerando che molti altri smartwatch durano solo un giorno circa.

Lo standard Fitbit Versa è arrivato con la stessa affermazione e nella nostra recensione abbiamo scoperto che l’orologio sarebbe durato da qualche parte tra tre e quattro giorni a seconda di quanto l’abbiamo usato – ciò significa che la durata della batteria è sostanzialmente la stessa per entrambi i modelli.

Puoi ricaricare Fitbit Versa Lite con un caricabatterie proprietario incluso nella confezione, quindi dovrai ricordarti di portarlo con te quando vai via. Non prevede neanche la ricarica wireless standard.

Fossil Sport – Recensione 2020

Specificazione

Compatibilità: Android, iOS |
Display: 1,2 pollici 390 x 390 AMOLED |
Processore: Quad-core 1.2GHz |
Dimensioni cinturino: cinturini 22mm |
Memoria integrata: 4 GB |
Durata della batteria: due giorni |
Metodo di ricarica: proprietario |
Grado di protezione IP: IP68 |
Connettività: Wi-Fi, Bluetooth, GPS

Pros

Cons

  • Design leggero e confortevole
  • Swim-proof
  • Chipset potente
  • Un po ‘caro
  • Nessuna funzionalità di fascia alta
  • Il GPS può essere lento per l’avvio

Cosa dovresti cercare prima di acquistare un orologio intelligente?

Se vuoi vedere come Fossil Sport si confronta con i suoi principali concorrenti leggi il nostro articolo su: I migliori smartwatch per rapporto qualità prezzo

Quando acquisti un orologio intelligente, in particolare se cerchi un nuovo compagno di allenamento, vorrai qualcosa di leggero e resistente. E, beh, Fossil Sport offre picche. Il corpo è interamente in alluminio e il cinturino in dotazione con l’orologio è in silicone leggero e non assorbe il sudore.

Sul lato di Fossil Sport, troverai un quadrante al centro, con un pulsante personalizzabile sopra e sotto. Per impostazione predefinita, il pulsante in basso è programmato su Google Fit e in alto il software proprietario di Fossil.

Questi pulsanti sono un po ‘rigidi, ma pensiamo che in realtà sia una buona cosa. Sebbene possano essere un po ‘difficili da deprimere, significa che non inizierai accidentalmente a preparare cose mentre ti alleni.

 Il cinturino, tuttavia, è un punto culminante. Non solo è sostituibile, ma Fossil Sport è compatibile con praticamente qualsiasi braccialetto da 18 mm o 22 mm (a seconda che si opti per una cassa da 41 mm o 43 mm). Questo è eccellente, perché significa che non sei bloccato su una connessione proprietaria e puoi risparmiare su un nuovo cinturino.
 
Se vuoi sostituire il cinturino, gira semplicemente Fossil Sport e noterai due interruttori metallici all’estremità di ogni metà del cinturino. Tirali e la cinghia verrà fuori. Ricollegare il cinturino si è rivelato un po ‘più problematico, ma in parte è perché siamo goffi.

Ruota l’orologio e sarai in grado di vedere il display OLED da 390 x 390 da 1,19 pollici. È di quelle dimensioni se scegli una cassa da 41 mm o 43 mm e il display del Fossil Sport è decisamente abbastanza colorato, ma non è molto luminoso. Quindi dovrai socchiudere gli occhi per leggere lo schermo dello smartwatch alla luce del sole.

Il display di Fossil Sport farà il lavoro, soprattutto se vai in palestra invece di fare jogging intorno al tuo blocco a mezzogiorno. Ma, con uno smartwatch così concentrato sul fitness, sarebbe stato bello vedere un display più luminoso.

Anche le cornici sono piuttosto spesse, ma è prevedibile in un orologio intelligenti di fascia media. Sfortunatamente, la tecnologia dello schermo senza cornice non è ancora arrivata agli smartwatch, anche se non siamo sicuri che sia necessario.

Il software Fossil ti consente di salvare diverse configurazioni o “look” per la schermata principale, ma è così arcano che dubitiamo che molti troveranno utile. Abbiamo riprogrammato il pulsante per lanciare invece un cronometro.

Nella parte inferiore di Fossil Sport troverai un cardiofrequenzimetro e due contatti metallici per il caricabatterie. Per quanto ne sappiamo, il cardiofrequenzimetro è di vetro, quindi potrebbe fare un po ‘freddo, a seconda del tempo.

Fossil Sport sta confezionando l’ultimo chipset indossabile di Qualcomm, lo Snapdragon Wear 3100. Ciò significa che le app si sentono belle e reattive e la durata della batteria è in genere eccezionale, di cui parleremo più avanti.

L’aggiornamento dell’orologio ha richiesto un po ‘di tempo, sebbene ciò potesse essere dovuto alla nostra connessione Wi-Fi più di ogni altra cosa. Una volta rimosso l’aggiornamento, nulla ci ha davvero trattenuto. Ciò è in parte grazie ai 512 MB di RAM. Anche quando abbiamo caricato più app in rapida successione, non abbiamo notato alcun rallentamento.

E, poiché Fossil Sport ha anche 4 GB di spazio di archiviazione, dovresti essere in grado di caricare molte app o persino musica, che puoi ascoltare indipendentemente dal tuo telefono. Non aspettarti di caricare l’intera libreria musicale.

Nota che Fossil Sport ha anche NFC, quindi puoi usarlo per effettuare pagamenti senza contatto utilizzando Google Pay.

Abbiamo testato Fossil Sport su iOS e, sebbene sia totalmente funzionale, – come tutti gli orologi Wear OS – sarebbe più adatto a un dispositivo Android, soprattutto considerando la più ampia selezione di app di fitness che sarebbero disponibili.

Francamente, adoriamo gli orologi intelligenti con display OLED. Vedete, un display smartwatch sempre attivo con uno schermo LCD scarica la batteria estremamente velocemente, ma non Fossil Sport con il suo schermo OLED.

Abbiamo attivato il display sempre attivo e mantenuto così. E, anche con questa opzione abilitata, siamo riusciti a farcela dalla colazione all’ora di andare a letto con una batteria residua del 30%. Questo recensore non può dormire con un orologio acceso, ma se volevi che durasse più a lungo, la disattivazione della modalità di visualizzazione sempre attiva prolungherebbe notevolmente la durata della batteria.

Ed è per questo che la pretesa di Fossil di due giorni di autonomia sembra raggiungibile. Inoltre, anche quando la batteria si esaurisce, esiste una modalità a bassa potenza che consentirà a Fossil Sport di funzionare come, beh, un orologio, per un po ‘dopo aver quasi completamente esaurito il succo.

Anche Fossil Sport si carica incredibilmente rapidamente. Quando l’abbiamo estratto dal pacco era completamente morto – il che era di per sé fastidioso – ma 20-30 minuti con il caricabatterie ed era bello partire. Non dovresti mai passare più di qualche minuto senza l’orologio, a meno che tu non voglia.

Samsung Galaxy Watch – Recensione 2020

Galaxy Watch, il vero successore di Gear S3, ha impiegato molto tempo per arrivare. Due anni, per essere precisi, con Gear Sport che ha completato Gear S4 l’anno scorso come uno smartwatch completamente focalizzato sul fitness tracking.

 

Specificazione

Sistema operativo: sistema operativo Tizen |
Compatibilità: Android, iOS |
Display: 1.2 "o 1.3" 360 x 360 Super AMOLED |
Processore: Dual-core 1.15GHz |
Dimensioni della fascia: 22mm o 20mm |
Memoria integrata: 4 GB |
Durata della batteria: 4 giorni su 46mm / meno su 42mm |
Metodo di ricarica: Wireless |
Grado di protezione IP: 50m |
Connettività: Wi-Fi, Bluetooth, LTE (per extra)

Pros

Cons

  • Impressionante durata della batteria di quattro giorni
  • Ottimo software smartwatch di base
  • La ghiera rotante scorre attraverso l’interfaccia utente
  • Caricabatterie wireless proprietario
  • Bixby si dimostrò nuovamente terribile
  • No Google Maps, WhatsApp, FB Messenger

 Cosa dovresti cercare prima di acquistare un orologio intelligente?

Se vuoi vedere come Samsung Galaxy Watch si confronta con i suoi principali concorrenti leggi il nostro articolo su: I migliori smartwatch per rapporto qualità prezzo

Cominciamo con la variante da 46 mm. Inizialmente, non ero sicuro che mi piacesse lo schema a due colori (ghiera nera sulla parte superiore di una cassa d’argento), ma è cresciuto su di me con il passare dei giorni e ora penso che sia fantastico. 

La versione da 46 mm non sembra robusta come Gear S3 Frontier nonostante il Galaxy Watch sia costruito secondo gli standard di livello militare (MIL-STD-810G) per la robustezza, suggerisce che Samsung abbia giocato un po ‘al sicuro questa volta. 

È anche bello vedere che il colore della ghiera corrisponde a quello dei pulsanti fisici sul lato destro dell’orologio. Sul retro, Samsung ha cambiato il modo in cui i sensori sono posizionati e anche il gruppo sensore si sporge leggermente per un migliore contatto con la pelle dell’utente.

 Galaxy Watch da 46 mm e 42 mm è dotato di un display Super AMOLED da 1,3 pollici e 1,2 pollici. Entrambi hanno una risoluzione di 360 × 360 pixel e, come previsto, la qualità del display è eccellente, con colori vibranti e livelli di luminosità sufficienti. 

La variante da 42 mm ha una densità di pixel superiore (leggermente superiore a 300 ppi), ma nell’uso quotidiano anche il display della variante da 46 mm (278 ppi) è abbastanza nitido. 

Samsung sta usando Corning Gorilla Glass su entrambe le versioni per proteggere il display, e forse la cosa migliore del Galaxy Watch è che Samsung ha portato la funzionalità di illuminazione Edge dai suoi smartphone per le notifiche. Sembra pulito ed è uno dei modi in cui Samsung sta rendendo la sua esperienza di smartwatch coerente con i suoi smartphone.

 Galaxy Watch viene fornito con Tizen 4.0 pronto all’uso, ma il modo in cui l’interfaccia utente funziona non è cambiato in modo significativo dal Gear S2. 

E non è necessario cambiare, poiché l’interfaccia smartwatch di Samsung è la migliore in circolazione per gli smartwatch. 

È facile da usare e l’anello a castone è altrettanto utile per scorrere l’interfaccia come due anni fa, rendendo le cose più intuitive di un semplice touchscreen.

 

Samsung ha aggiunto l’opzione per abilitare un suono ticking con i quadranti predefiniti. Potrebbe sembrare un po ‘falso, ma per noi è un’ottima funzionalità in quanto rende il Galaxy Watch più simile a un normale orologio. 

Parlando di quadranti, Samsung ha anche introdotto quadranti più intelligenti. Ad esempio, potresti vedere il numero di passaggi che hai compiuto o i tuoi prossimi appuntamenti mostrati attorno alla ghiera, qualcosa che Samsung ha confermato sarà disponibile anche nell’SDK per sviluppatori.

 

Poi c’è la nuova modalità teatro, che praticamente disabilita tutto sull’orologio, come silenziare gli allarmi e impedire che lo schermo si accenda quando si sposta il polso. La modalità Buonanotte, nel frattempo, disabiliterà tutto tranne gli allarmi in modo da poter dormire senza alcun disturbo. 

E, come Gear Sport, se vai a nuotare con il tuo Galaxy Watch, la modalità Water Lock disabiliterà il touchscreen. Ma un piccolo extra qui è l’opzione per “espellere l’acqua” (dopo aver disattivato Water Lock) creando vibrazioni “usando le onde sonore”.

Il supporto delle app è dove Tizen continua a non essere all’altezza rispetto al watchOS di Apple e al sistema operativo Wear di Google. Samsung continua ad avere problemi nell’ottenere il supporto delle app, con Spotify uno dei pochi grandi nomi ad avere il supporto ufficiale per gli smartwatch Samsung. 

Qui nei Paesi Bassi, Samsung ha lavorato con partner locali per creare app per i loro smartwatch, il che è fantastico, ma i giocatori più grandi devono ancora salire a bordo.

Se le app non sono un grosso problema, allora Galaxy Watch ha tutti gli strumenti per offrirti un’esperienza fantastica, grazie alla forma fisica e ad altre funzioni integrate. Le sue prestazioni sono eccellenti anche grazie al nuovo SoC Exynos 9110 e al sistema operativo Tizen ottimizzato, anche con solo 768 MB di RAM sul modello Bluetooth. La variante LTE ha 1,5 GB di RAM ed entrambe le varianti sono dotate di 4 GB di memoria interna.

LEGGI ANCHE LA RECENSIONE DEI MIGLIORI SMARTWATCH PER NUOTO

Samsung ci consente di archiviare immagini e musica localmente sullo spazio di archiviazione integrato, il che è utile, ma l’azienda deve rendere il suo software più compatto o aumentare la capacità di archiviazione integrata. 

Solo 1,5 GB di spazio di archiviazione sono gratuiti per l’utente. Sì, il tuo smartwatch non dovrebbe contenere quasi la stessa quantità di dati del tuo telefono, ma sarebbe gradita una memoria interna leggermente superiore o una memoria utilizzabile pronta all’uso.

          Samsung ha pubblicizzato la durata della batteria come uno dei punti salienti del Galaxy Watch, in particolare la variante da 46 mm, che ha una batteria da 472 mAh (quella più piccola ha una batteria da 270 mAh). Samsung afferma che la versione da 46 mm con connettività LTE può durare quattro giorni con una singola carica. 

Con la modalità Orologio sempre attivo abilitata, potrei ottenere fino a 2,5 giorni di durata della batteria e questo include il test delle cose per questa recensione, quindi il tuo chilometraggio con un uso regolare sarebbe più alto. Disabilita Guarda sempre attivo e dovrebbe durare facilmente oltre 3 giorni con una singola carica.

          Sulla variante da 42 mm, la durata della batteria è notevolmente inferiore, ma puoi aspettarti di raggiungere la fine del secondo giorno prima di doverlo mettere sul caricabatterie, almeno con la modalità Orologio sempre acceso disabilitata. Si noti, tuttavia, che nessuno dei nostri orologi era la variante LTE, quindi i nostri dati sulla durata della batteria sono solo per la variante Bluetooth. 

Ciò non significa che le varianti LTE dovrebbero fare molto peggio, anche se potrebbe essere necessario tenere Watch sempre disattivato per raggiungere quasi il tipo di durata della batteria che Samsung sta citando ufficialmente.